"La Centrale" di Miami

È arrivato anche il giorno: venerdì 16 febbraio, a Miami, ci sarà il gran opening de 'La Centrale' il food market tutto italiano che si estenderà su una superficie di quasi 3.800 metri quadrati su tre piani, al Brickell City Center. "È l'Italia che incontra Miami e Miami che incontra l'Italia - ha dichiarato Matthias Kiehm che in coppia con Jacopo Giustiniani ha deciso di lanciare questo nuovo format nell'ambito della gastronomia - e la nostra speranza è che si tratti anche del primo di tanti che costruiremo negli Stati Uniti".

'La Centrale' avrà 14 punti di ristoro, ristoranti grandi e piccoli che andranno da 'Pronto' che servirà pasti pronti fino al ristorante Enoteca e il cioccolato-shop 'Venchi'. Ci saranno 600 posti a sedere e per lanciare il nuovo food market sono state assunte 280 persone, alcune delle quali direttamente dall'Italia.

Giustiniani, nato a Firenze, che la sua carriera nella ristorazione se l'è costruita soprattutto a New York, da un anno si è trasferito a Miami per seguire la nascita della sua creatura. "Miami ha un grande impulso - ha dichiarato - e Brickell una grande energia".  E questo concept ha sottolineato Giustiniani, a Miami nel giro di sei mesi diventerà ancora più popolare.

In aprile aprirà Lincoln Eatary, mentre 1-800 Lucky, gastronomia cinese, l'ha già fatto a Wynwood Art District, ma altri sono pronti a fare il loro ingresso. 'La Centrale' è un progetto che per essere realizzato ha avuto bisogno di quattro anni, uno dei quali per la costruzione e durante questo tempo Kiehm è stato in Italia una trentina di volte, Giustiniani, che c'è nato, solo una dozzina. Chef esecutivo sarà Vincenzo Scarmiglia, oltre trent'anni di esperienza nel mondo della cucina. Nato in Toscana, Scarmiglia è stato anche nominato uno tra i migliori chef di Las Vegas passando da alcuni dei ristoranti più celebri come l'ex Valentino del Venetian Hotel, ma anche GIADA di Giada De Laurentiis.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome