Brasile, contadini in marcia per chiedere la liberazione di Lula (nella foto)

Operazione "Zelotes", il tribunale sospende interrogatorio dell'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva inizialmente previsto per il prossimo 20 febbraio. La decisione è stata presa dal giudice Neviton Guedes, del Tribunale Regionale Federale (Trf-1). L'interrogatorio era parte di uno dei due processi in cui Lula è sotto accusa per corruzione e traffico di influenza all'interno dell'operazione "Zelotes", una derivazione dell'Operazione "Lava Jato", la "Mani Pulite" brasiliana. La notizia è stata diffusa dal quotidiano brasiliano "Folha de S.Paulo".

LE ACCUSE CONTRO L'EX PRESIDENTE LULA
Lula è accusato di interferire nelle decisioni del governo, pur non essendo più presidente della Repubblica, per favorire l'acquisto di 36 cacciabombardieri Saab Gripen da parte dell'Aeronautica militare brasiliana e per far approvare l'estensione degli incentivi fiscali per alcune case automobilistiche attraverso un decreto legge (misura provvisoria). Secondo Guedes, l'interrogatorio deve essere sospeso fino a quando la corte non valuterà il merito di un ricorso presentato dalla difesa di Lula, che richiede che la sua testimonianza venga raccolta solo dopo che tutti gli altri testimoni della difesa siano stati ascoltati. Tra questi vi sono gli ex presidenti francesi Nicolas Sarkozy e Francois Hollande.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome