La Corte suprema di Giustizia della Colombia sarebbe pronta ad aprire un'indagine sull'ex presidente Uribe per presunta falsificazione di testimoni

Guai all'orizzonte per Alvaro Uribe Velez. Secondo quanto diffuso dal quotidiano "Vanguardia Liberal", l'ex presidente della Colombia sarebbe finito nel mirino della Corte suprema di Giustizia che a quanto pare sarebbe ad aprire un'indagine per verificare se Velez ha partecipato o meno alla falsificazione di prove ai danni di un senatore dell'opposizione. Uribe, che fu Capo dello Stato dal 2002 al 2010, aveva denunciato nel 2012 il senatore Ivan Cepeda, accusandolo di alimentare testimonianze contro di lui, in particolare dai paramilitari detenuti in prigione. La Corte Suprema ha tuttavia assolto Cepeda e affermato di avere prove per aprire un'indagine nei confronti dell'ex presidente per frodi procedurali e manomissioni dei testimoni. Sul suo account Twitter, Uribe ha accusato la Corte di perseguitarlo, e ha dichiarato che continuerà a "cercare persone" che lo aiutino a "chiarire la verità".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome