Non è ancora finita l'emergenza gelo in Italia. Anzi, oggi è previsto il picco del freddo portato da Burian, l'ondata di aria ghiacciata proveniente dalla Siberia che ha imbiancato da nord a sud tutte le principali città del paese.

Portando, insieme all'euforia dei più piccoli per lo scenario natalizio e le battaglia a suon di palle di neve, anche i vari problemi connaturati al freddo intenso: trasporti in tilt, rischio ipotermia (a Milano è morto un clochard) e pericolo di incidenti, con allarme a Roma per la caduta di lastre di ghiaccio da tetti e cavalcavia.

Particolarmente delicata la situazione sul fronte treni. Dopo i pesanti ritardi e le massicce cancellazioni di ieri, per oggi Rfi ha garantito almeno l'80% dei convogli ad alta velocità sulla tratta Napoli-Roma-Milano. Salgono dal 50 al 70%, invece, i treni regionali garantiti nel Lazio, la regione più colpita dal caos Burian.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome