Con l'obiettivo di rafforzare e creare nuovi legami di cooperazione internazionale in materia energetica il ministro di Minas y Energia della Colombia, German Arce Zapata e il ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Angelino Alfano, hanno firmato martedì nelle sale della Cancelleria colombiana, a Bogotà, un Memorandum di Cooperazione Bilaterale che affronterà, in modo particolare, soprattutto le questioni relative alle fonti di energia rinnovabile.

Questa nuova alleanza che si instaura tra Italia e Colombia permetterà ad entrambi i Paesi di partecipare ad azioni congiunte di cooperazione come, ad esempio, la promozione di attività di assistenza tecnica, l'interscambio di conoscenze, la generazione di programmi di formazione e anche la somministrazione di servizi.

Il punto centrale di questo nuovo Memorandum è di permettere lo sviluppo di fonti di
energia rinnovabile e il miglioramento delle competenze per l'integrazione delle fonti energetiche rinnovabili all'interno di quella che è la rete elettrica. Poi ancora sono previsti anche nuovi meccanismi di domanda attiva di energia elettrica, lo sviluppo di tecnologie 'Smart grid' e anche di micro-reti connesse alla rete principale, ma anche isolate.

E queste sono solo alcune delle iniziative previste dal memorandum al fine di rafforzare il settore energetico di entrambe le nazioni. "Siamo lieti di poter stringere i legami di cooperazione con un Paese come l'Italia - ha dichiarato il ministro colombiano Arce Zapata - e di poter generare congiuntamente un dialogo costruttivo di politica energetica che ci permetta di esplorare nuove strade in materia di sostenibilità, scambiare le nostre esperienze e allo stesso modo anche collegare diversi settori e attori strategici con i quali
possiamo continuare a dare grande solidità a tutto il settore".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome