È morto Luigi Necco, giornalista e conduttore tv, negli anni 70, 80 e 90 uno dei mitici corrispondenti di 90° Minuto, la trasmissione Rai con le prime immagini degli incontri di serie A. Avrebbe compiuto 84 anni a maggio.

Necco si è spento all'ospedale Cardarelli di Napoli, stroncato da una grave insufficienza respiratoria. Giornalista popolarissimo, impegnato per anni anche in trasmissioni di approfondimento e di inchiesta, ha legato il suo nome soprattutto allo sport.

Oltre che corrispondente da Napoli negli anni d'oro del club azzurro, quelli di Maradona e degli scudetti (spassosissime le sue gag a distanza con Gianni Vasino, a cui replicava spesso: "Milano chiama...e Napoli risponde"), Necco è stato spesso inviato al Partenio di Avellino. Nel 1981, proprio in un ristorante della città irpina, fu gambizzato dalla Camorra per aver accennato in tv a un incontro tra il presidente dell'Avellino Sibilia e il boss della NCO Raffaele Cutolo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome