Tragedia a Livorno. Due operai sono morti a causa di un'esplosione verificatasi nella zona del porto, successivamente alle operazioni di svuotamento di un serbatoio contenente acetato di etile, un materiale estremamente pericoloso.

Lorenzo Mazzoni, di 25 anni, e Nunzio Viola di 53 hanno perso la vita in seguito allo scoppio, che si è verificato - assicurano i testimoni - nonostante il serbatoio fosse stato ormai svuotato.

I due stavano eseguendo dei lavori di manutenzione ordinaria per conto della ditta Labromare di Livorno e stavano operando all'esterno del serbatoio quando sono stati travolti dallo scoppio. Leggermente feriti altri operai, che hanno riportato soltanto delle lievi contusioni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome