Argentina, a un anno dalla scomparsa del sottomarino "Ara San Juan" il presidente Macri assicura che le ricerche proseguiranno

Riprendono gli aiuti internazionali per la ricerca del sottomarino argentino Ara San Juan, scomparso lo scorso 15 novembre al largo della Patagonia con 44 membri dell'equipaggio a bordo. In questo fine settimana, ricorda il quotidiano "Clarin", è infatti atteso il ritorno del sommergibile russo Pantera Plus, agile mezzo comandato da remoto che aveva dovuto abbandonare le acque argentine per problemi tecnici. Il "Pantera" si unirà alle altre due imbarcazioni impegnate nei lavori di ricerca: la nave oceanografica Yantar, della marina russa, e il cacciatorpediniere La Argentina.

UNA SETTIMANA DI RITARDO
Il ritorno del sottomarino russo si è prodotto con un tempo maggiore del previsto. I pezzi di ricambio del sommergibile dovevano arrivare dal regno Unito ma, scrive "Clarin", la crisi diplomatica tra Londra e Mosca per il caso Skripal avrebbe causato almeno una settimana di ritardo. Capace di immergersi sin a mille metri di profondità, il Pantera Plus dovrà verificare con una camera se i contatti registrati dai sonar hanno un qualche relazione con il sottomarino scomparso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome