Argentina, a un anno dalla scomparsa del sottomarino "Ara San Juan" il presidente Macri assicura che le ricerche proseguiranno

Le ricerche dell'Ara San Juan, il sottomarino argentino scomparso, proseguiranno fin quando non porteranno a risposte soddisfacenti. Lo ha assicurato il ministro della Difesa, Oscar Aguad, nel corso di una riunione della Commissione bicamerale d'inchiesta sulla sparizione del sottomarino, e i parenti dei marinai scomparsi.

"Lo Stato non abbandonerà le ricerche, verrà contrattata una nuova compagnia incaricata di proseguire il monitoraggio del fondo marino", ha sottolineato Aguad. A bordo dell'Ara San Juan erano presenti 44 effettivi e l'indice, anche da parte del ministro, è puntato sulle condizioni non sufficientemente sicure del mezzo.

"Bisogna capire chi ha stabilito che il sottomarino fosse in condizione di compiere la difficile missione che gli era stata affidata", relativa al monitoraggio delle acque britanniche circostanti le isola Malvine/Falklands.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome