'Blue Met Metropolis' il Festival letterario di Montreal ha avuto giovedì anche una parentesi italiana. Infatti, grazie all'intervento dell'Istituto Italiano di Cultura è stato organizzato un incontro con gli scrittori Claudia Attimonelli e Vincenzo Susca, per la presentazione del loro ultimo libro 'Pornocultura' che rappresenta una analisi di quello che è definito come 'un viaggio in fondo alla carne'.

Claudia Attimonelli è una ricercatrice in Teorie e Linguaggio e Scienze dei Segni, insegna Cinema, fotografia e televisione, Semiologia del cinema e degli audiovisi all'Università Aldo Moro di Bari. Diverse le sue pubblicazioni prima di questo libro a quattro mani.

Vincenzo Susca è un professore associato di Sociologia dell'immaginario alla Università Paul-Valery di Montpellier e un ricercatore al Ceaq (Sorbonne) è autore di libri, ma anche il fondatore, assieme a M.V. Dandrieux della rivista 'Les Cahiers europeens de ll'Imaginaiere (CNRS editions, Paris).

Così Attimonelli e Susca hanno unito le loro esperienze per pubblicare un libro particolare che porta alla luce diversi aspetti della vita di oggi che vanno, come si può leggere nella descrizione del libro 'dai selfie maliziosi al sexting, da scenari politici traboccanti di umori e allusioni sexy alle perfomance oscene... il porno brulica trionfante dalle maglie del web... invadendo le trame della vita pubblica... impregnando di sesso la società contemporanea. Benvenuti nella pornocultura'. Che poi è diventato il titolo del libro che è stato pubblicato l'anno scorso nella collana 'Sociologie' della casa editrice Minesis.

'Blue Metropolis Foundation' è una organizzazione nonprofit fondata nel 1997 che riunisce esponenti di diverse culture per condividere il piacere della lettura e che produce numerosi programmi e ogni anno organizza il Festival omonimo, diventato di caratura internazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome