Il dramma del Frosinone spalanca le porte della serie A al Parma, che centra la terza promozione consecutiva stabilendo un record: a maggio 2016 i ducali erano in serie D, appena due anni dopo possono festeggiare invece il ritorno tra i grandi, a tre anni di distanza dal nuovo doloroso fallimento.

Tutto merito del 2-0 a La Spezia, firmato dai gol di Ceravolo e Ciciretti, e soprattutto del clamoroso flop interno del Frosinone, bloccato sul 2-2 da un Foggia che non aveva nulla da chiedere, ormai, al campionato. Stadio Benito Stirpe vestito a festa, ma è finita 2-2 con la rete del pareggio pugliese realizzata a un minuto dal termine da Floriano.

Frosinone costretto dunque ai playoff, dove partirà dalle semifinali insieme al Palermo, quarto classificato. Nel primo turno, invece, Venezia-Perugia e Bari-Cittadella: la vincente tra lagunari e umbri affronterà il Palermo, quella tra pugliesi e veneti il Frosinone. In serie A, con largo anticipo, era già stato promosso l'Empoli.

In serie C, invece, retrocedono Ternana, Pro Vercelli e Novara, piegato dall'Entella nello scontro diretto dello stadio Piola. I liguri affronteranno l'Ascoli nei playout per stabilire la quarta retrocessa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome