Emily Gussoni, 18 anni, surfista, costaricense, ma anche italiana per il padre, ha deciso quale sarà la sua strada per cercare la qualificazione ai Giochi 2020 che si svolgeranno a Tokyo. Gareggerà per l'Italia e lo farà già in occasione dei prossimi Campionati Mondiali che si svolgeranno proprio in Giappone dal 15 al 22 settembre.

"Mi piace molto l'Italia - ha dichiarato recentemente - al torneo di Capo Mannu in Sardegna è stata una esperienza unica". Emily ha compiuto 18 anni il dicembre scorso, si è laureata campionessa italiana quando aveva ancora 17 anni. Padre di Roma, madre spagnola, nonni e zii di Ostia, è nata in Costa Rica, ma da sempre ha avuto la cittadinanza italiana. È cresciuta a Jacó, cittadina sulla costa del Pacifico e da lì è nata una campionessa di surf.

La scelta di gareggiare per l'Italia è arrivata per diversi motivi. Ovviamente il primo il fatto che ama il Paese, ma in secondo luogo c'è stato anche il difficile rapporto con la federazione del Costa Rica e in particolare con l'attuale allenatore dei surfisti Jim Hogan. Nel 2017 poi la Gussoni non è nemmeno stata convocata per i Mondiali Junior, che si sono sempre disputati in Giappone. Un duro colpo che l'ha poi portata a prendere la decisione di vestirsi d'azzurro per poter centrare non solo la qualificazione alle Olimpiadi, ma anche per puntare alla conquista di una medaglia ai Giochi che si disputeranno tra un paio di anni.

"Mi fa male non rappresentare il Costa Rica - ha poi scritto nella propria pagina di Facebook - è il Paese dove sono nata e cresciuta e sempre porterò questa bandiera nel mio cuore". Evidentemente però il Costa Rica non è stato capace di limare i contrasti che nel frattempo erano nati a livello tecnico e pur essendo una delle migliori esponenti del Paese centroamericano ormai ha deciso: sarà italiana.

Sandra Echenique

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome