A destra, Giuseppe Peluso

La tradizione partenopea rappresentata dal profumo e dal sapore unico della pizza. C’è un angolo di Napoli a Mosca. Ricreato in maniera perfetta da Giuseppe Peluso, per gli amici ‘Beppone’.

In Russia dal 2006, la sua ultima sfida si chiama “Vesuvio”, la pizzeria aperta di recente col socio Victor Shapovalov. Una nuova ed entusiasmante avventura nel segno del made in Italy. Anzi, del made in Naples. Perché la pizza, la vera pizza, è un’opera d’arte e va creata attenendosi ai segreti della tradizione.

Per Peluso, pizzaiolo di origini toscane e dal cuore napoletano, è arrivata nei giorni scorsi un’altra enorme soddisfazione. Quest’anno, infatti, non ha potuto partecipare al Napoli Pizza Village, perché impegnato a Villa Berg, nella splendida cornice dell’Ambasciata d’Italia a Mosca, per le celebrazioni della Festa della Repubblica. E le sue pizze – ne ha sfornate ben 280 – hanno conquistato tutti i presenti.

(di Domenico Esposito)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome