Festa grande a San Pietroburgo per la seconda vittoria della Russia, che vuol dire - di fatto - qualificazione agli ottavi di finale. Manca solo l'aritmetica, ma la nazionale di Cherchesov può celebrare il primo obiettivo del suo Mondiale casalingo, ottenuto grazie a un nuovo rotondo successo, il 3-1 sull'Egitto di Cuper e Salah.

Partita molto equilibrata nel primo tempo, coi nordafricani più volte pericolosi ma mai in grado di sorprendere l'attento portiere Akinfeev. Poi, nella ripresa, lo sfortunato autogol di Fathi inaugura la goleada russa.

Al 14' arriva il raddoppio di Cheryshev, che si porta a quota tre nella classifica dei cannonieri raggiungendo Cristiano Ronaldo. Tre minuti dopo, poi, è il gigante Dzyuba a esaltare il pubblico di San Pietroburgo. L'Egitto trova solo il gol della bandiera con Salah, su rigore, ma ormai è fuori. L'Uruguay, battendo l'Arabia Saudita, ha l'opportunità di centrare la qualificazione con un turno d'anticipo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome