Il 39% degli italiani non ha dubbi e si dichiara favorevole a criteri meno rigidi per il possesso di un'arma da fuoco per la difesa personale. E’ il dato che emerge dal primo Rapporto sulla filiera della sicurezza in Italia del Censis.

Dunque, in Italia cresce il desiderio di sicurezza fai da te. Anche perché, sebbene nel 2017 siano stati denunciati meno reati (il 10%), il 31,9% delle famiglie percepisce il rischio della criminalità nella zona in cui vive.

Per il ministro dell’Interno Matteo Salvini va considerata “una priorità una nuova legge che permetta la legittima difesa nelle proprie case”.

La regina dei reati in Italia è Milano con 237.365 reati commessi nel 2016 (il 9,5% del totale), seguita da Roma (con 228.856 crimini, il 9,2%), Torino (136.384, pari al 5,5%) e Napoli (136.043, pari al 5,5%).

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome