Rimborsopoli Lombardia: condannati Bossi jr, il capogruppo della Lega al Senato e la Minetti

Al Tribunale di Torino mancano i fondi per pagare gli avvocati dei patrocini gratuiti, i periti, i giudici popolari, i testimoni. Su un totale di 9 milioni di euro, chiesti in due tranche nel 2018 per le spese di giustizia, il Ministero ne ha stanziati meno di cinque milioni. A lanciare l'allarme è l'Ordine degli Avvocati di Torino. "E' una situazione che va avanti da tempo, ma quest'anno si e' aggravata", sostiene Michela Malerba, presidente dell'Ordine degli avvocati di Torino.

NON E' SOLO UN PROBLEMA TORINESE
"Pare che, in tutta Italia, ci sia solo un funzionario del Ministero ad occuparsi di queste pratiche - aggiunge -. Non è solo un problema torinese. Abbiamo ricevuto segnalazioni da diverse associazioni di avvocati. Segnaleremo il problema al Ministero e al Consiglio nazionale forense". Una parte consistenze dei fondi è quella che serve per pagare gli avvocati del patrocinio gratuito, che nel penale sono circa 400.

I FONDI PER IL PATROCINIO GRATUITO
"Il gratuito patrocinio dev'essere un servizio di qualità - spiega il consigliere dell'Ordine degli Avvocati Roberto Brizio. "E' giusto che le persone piu' deboli e meno abbienti possano avere una difesa adeguata - sottolinea -. Se i pagamenti arrivano in ritardo, questo principio rischia di venire meno".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome