Dino Levi, lo scienziato disperso in mare

Da ieri è disperso in mare il 72enne Dino Levi, originario di Torino ma da circa 40 anni residente a Mazara del Vallo, in Sicilia, dove è stato direttore del Cnr. Lo scienziato, grande amante del mare, come era solito fare quasi ogni giorno, ieri era partito, intorno alle 12,15, dalle vicinanze del lido “Circoletto” ed era diretto a Capo Feto con un piccolo natante a vela, un laser lungo 3,70 metri.

L’ALLARME E’ STATO LANCIATO DALLA MOGLIE
E’ stata la moglie, dopo l’ora di pranzo, a lanciare l’allarme. Poco dopo nella zona di Quarara, a circa 5 miglia da dove era partito e dalla parte opposta dove era diretto, è stata trovata l’imbarcazione. Ieri il mare era molto mosso, Levi, comunque, aveva un giubbotto di salvataggio. Dalle 7,30 di questa mattina lo stanno cercando gli equipaggi di un aereo, una motovedetta e due gommoni della Guardia costiera.

LE RICERCHE DEL DISPERSO
Per un paio di ore, sino alle 2, stanotte le ricerche sono state portate avanti da un elicottero dell’Aeronautica, mentre per tutta la giornata di ieri il mare è stato perlustrato da personale della Guardia costiera mazarese e da un mezzo aereo dello stesso Corpo. Alle ricerche, condotte con il coordinamento della Direzione marittima di Palermo della Guardia costiera, sono stati sensibilizzati i diportisti e i pescatori che operano nella zona. Anche il Cnr ha dato la propria disponibilità alle ricerche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome