Mario Gigliotti, quando si entra nel suo ristorante, accoglie la clientela con un caloroso "Benvenuto a casa mia". Il ristorante si chiama 'Il Triangolo' e si trova a Queens e l'ingresso è un cuneo tra le intersezioni di Corona Avenue e Junction Boulevard. Ma la caratteristica di questo locale non è solo l'edificio che lo ospita, storico per la zona, ma soprattutto per il suo proprietario.

Mario Gigliotti aveva 8 anni quando la sua famiglia, dalla Calabria, emigrò a Corona, a New York. I suoi genitori erano operai,ma alla mamma piaceva anche cucinare, come a qualsiasi donna italiana specialmente dei decenni scorsi. La mamma di Gigliotti così preparava prelibatezze, mentre il padre acquistava edifici per poi ristrutturali, compresa quello a forma triangolare dove oggi c'è il ristorante che ovviamente non poteva chiamarsi altro che 'Il Triangolo'.

Ma nel locale di Gigliotti, già la vecchia scuola, ci sono regole che non si possono aggirare: vietato indossare shorts, pantaloncini corti o anche magliette, ma è anche severamente proibito utilizzare il cellulare quando si è seduti a uno dei suoi tavoli. Aperto nel 2011, completato e ingrandito nel 2015, il codice di comportamento in quelle sale, fatte di mattoni e legno dai colori caldi, è molto rigoroso.

"Sento che questa è casa mia - spiega Mr. Gigliotti - e mi aspetto che le persone la rispettino. All'inizio mi dicevano che ero pazzo ad avere tutte queste regole, in modo particolare per quello che riguarda i cellulari, ma adesso però mi ringraziano perchè assaggiano il cibo e si godono la compagnia. Uno stile che oggi non si trova più, anche per questo Mr. Gigliotti ha fatto centro, una classe e una educazione che si rifanno alle origini della sua famiglia e a quegli italiani di un tempo che oggi, non ci sono più.

Così a 'Il Triangolo' tutto è come una volta. Ma ovviamente non ci si accontenta solo dell'apparenza, il menù del ristorante infatti è capace di far dimenticare il... cellulare anche al più incallito amanti degli smartphone. A 'Il Triangolo' infatti c'è ancora lo stesso sapore di un tempo anche in cucina, con specialità davvero uniche e ricette che rappresentano quella che è la tradizione italiana.

Tony Porpiglia - Caterina Pasqualigo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome