Dopo l’attentato con i droni esplosivi durante una celebrazione militare a Caracas, il presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha accusato apertamente Julio Borges, uno dei più importanti leader dell'opposizione del Paese, che vive in esilio in Colombia.

Maduro ha detto in tv che i sospetti arrestati in seguito al fallito attentato di sabato hanno fatto il nome di Borges.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome