Desta scalpore a Cincinnati il caso di un ufficiale di polizia che ha usato una pistola elettrica (Taser) su una ragazzina di 11 anni

Ha destato scalpore negli Stati Uniti, a Cincinnati, il caso di un ufficiale di polizia fuori servizio che ha usato una pistola elettrica (Taser) su una ragazzina di 11 anni, sospettata di furto in un negozio di alimentari. Alle critiche mosse dal sindaco e da altri funzionari, riferisce la Cnn, la polizia ha riferito dell'episodio spiegando che l'agente ha fermato la ragazzina nel momento in cui stava presumibilmente rubando degli oggetti in un negozio. Ma lei ha ignorato il suo richiamo e l'ufficiale a quel punto ha sparato con il Taser, colpendola alla schiena.

RAGAZZA FERMATA E ACCUSATA DI FURTO
La ragazza è stata quindi fermata, accusata di furto, visitata in ospedale e poi rilasciata alla custodia di un genitore. Il dipartimento di polizia di Cincinnati sta facendo una "revisione molto approfondita" dell'incidente e delle sue politiche sull'uso della forza, ha detto il capo della polizia di Cincinnati Eliot K. Isaac. "Siamo estremamente preoccupati quando la forza viene usata da uno dei nostri ufficiali su un bambino di questa età", ha detto Isaac in una dichiarazione. L'ufficiale, che non è stato identificato, è stato posto in servizio limitato "in attesa dell'esito delle indagini", ha aggiunto. La madre della ragazza, ha riferito che la pistola elettrica le ha lasciato un segno sulla schiena.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome