Insulti e minacce. Durissimi. Il tutto per aver scritto un post contro Salvini in merito al caso Diciotti. Una valanga d’odio sta travolgendo in queste ore la consigliera della Regione Piemonte, Nadia Conticelli (Pd), che su Facebook aveva augurato che “Salvini finisca in galera e ci resti per un po’”.

Il post ha scatenato la reazione furibonda dei sostenitori della Lega. “Mi auguro che qualche bestia dei tuoi amici clandestini violenta prima le tue figlie e poi te, brutta deficiente e demente che non sei altro, e quando parli di Salvini sciacquati la bocca con l’acido muriatico”: questo è solo uno dei tanti insulti rivolti alla consigliera.

Conticelli denuncia: “Violenza contro le mie figlie, morte per me, insulti razzisti e misogini a sfondo sessuale, ecco il confronto politico di era leghista. A corto di argomenti politici si mette in campo contro le donne odio e sessismo. Ma questo per fortuna in Italia è, ad oggi, ancora un reato”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome