Il Giappone ha vissuto un’autentica estate da incubo. Prima le alluvioni (221 morti), poi il caldo record (116 vittime), quindi il tifone Jebi (il più violento degli ultimi 25 anni; 11 morti e 600 feriti): ora anche un violento terremoto che ha colpito l'isola di Hokkaido, a nord del Paese.

Il bilancio provvisorio è di almeno 9 morti, 300 feriti e 30 dispersi. La scossa è stata talmente forte da far restare al buio circa 3 milioni di persone. Chiuso l’aeroporto di Sapporo; interrotti i servizi ferroviari veloci.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome