Stop al nuovo aeroporto. Lo ha deciso la consultazione popolare voluta dal neo eletto presidente del Messico, Lopez Obrador (nella foto)

Andres Manuel Lopez Obrador, neo eletto presidente del Messico, ha fissato in quattro anni il tempo per realizzare il "treno Maya", una delle infrastrutture disegnate per rilanciare l'economia del paese. Si tratta di un treno che toccherà punti di interesse turistico e archeologico, correndo da Cancun a Palenque in un percorso lungo circa 900 chilometri.

UN MESE DI TEMPO AI GOVERNATORI
Il futuro capo dello stato, ha dato un mese di tempo ai governatori interessati dal progetto per affinare la base delle aste che dovranno sviluppare dai primi anni di dicembre, una volta insediato il nuovo governo. La stima è quella di una spesa compresa tra l'equivalente di circa 6 miliardi e 6 miliardi e mezzo di dollari, con contributi pubblici e privati.

PROGETTO INDISPENSABILE PER LA NAZIONE
"E' un progetto che consideriamo indispensabile e strategico per la nazione", ha detto Lopez Obrador al termine dell'incontro con i governatori di Campeche, Chiapas, Tabasco, Quintana Roo e Yucatan, alla presenza di futuri ministri e di dirigenti della compagnia petrolifera Pemex. Per realizzare l'opera si inviteranno imprese straniere "dal momento che c'è un grande interesse di altri paesi a che il Messico vada bene, per portare il nostro pil dall'attuale 2 per cento al 4 per cento", ha detto "Amlo" promettendo "ogni tipo di agevolazione" a chi intenda partecipare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome