Fa discutere in Venezuela la morte di Fernando Alberto Alban, consigliere comunale di un municipio della capitale e dirigente del partito Primero Justicia, movimento di opposizione al regime di Nicolas Maduro.

Secondo il Procuratore generale Tarek William Saab, Alban si sarebbe suicidato mentre era detenuto nella sede dei servizi di intelligence venezuelani, la Sebin, nel territorio metropolitano di Caracas.

Saab ha aggiunto che "questo cittadino era indagato nella causa riguardante il tentativo di attentato di agosto ai danni del presidente, ha chiesto di andare in bagno e si è lanciato nel vuoto dal decimo piano".

Il suo arresto senza un mandato era stato stato denunciato in un comunicato dal partito, che si è già detto scettico sul possibile suicidio: "Non si è trattato di suicidio ma di omicidio politico", il primo commento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome