Miro Niemeier Risvanovic, soprannominato "Il russo" e considerato un intermediario tra i narcotrafficanti colombiani e i clan della 'ndrangheta calabrese, è stato trovato morto a Pereira.

Niemeier Risvanovic, che aveva origini bosniache e tedesche, è stato assassinato insieme alla compagna e - secondo quanto rivelato dal quotidiano El Tiempo - era legato a Dairo Antonio Usuga, il boss del Clan del Golfo, organizzazione paramilitare dedita al traffico di droga.

"Il russo" ad agosto dell'anno scorso era stato estradato dall'Italia dopo la sua cattura a Civitavecchia da parte dell'Interpol con l'accusa di traffico di droga. Per la polizia colombiana, era lui a coordinare le rotte di trasporto e distribuzione della droga in Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome