Cristiano Ronaldo segna il suo primo gol in Champions - una prodezza magnifica, un destro al volo di rara bellezza - ma a trionfare all'Allianz Stadium è Mourinho col suo Manchester United. E l'ex tecnico portoghese dell'Inter non manca di sottolinearlo, mettendosi le mani alle orecchie al 90' come a voler dire: "Fatemi sentire ora come mi fischiate".

Partita ben interpretata dai bianconeri di Allegri, almeno per 85 minuti. Dopo un palo di Khedira nel primo tempo, il risultato si sblocca al 20' della ripresa con la grande giocata già raccontata di CR7, che fa esplodere i tifosi bianconeri e poi "chiede scusa" ai suoi ex supporter dei Red Devils. 

La Juve spreca il raddoppio con Cuadrado, sembra in controllo totale, ma nel finale Mou azzecca i cambi: dentro Mata e Fellaini e proprio lo spagnolo, con una magistrale punizione, realizza il gol del pari. Finita? No, perché a tempo scaduto una micidiale carambola su punizione - toccano prima Bonucci, poi Alex Sandro - consegna ai bianconeri la prima sconfitta stagionale. E a Mourinho la vittoria del riscatto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome