Messico sotto shock, deputata viene a sapere della morte della figlia, uccisa nello stato di Veracruz: le sue urla strazianti in Parlamento

Messico sotto shock dopo la tragedia che ha colpito la deputata Carmen Medel. La parlamentare, membro del Movimiento Regeneración Nacional del presidente Andres Manuel Lopez Obrador, durante una seduta della Camera dei Deputati ha ricevuto la notizia dell'uccisione della figlia 22enne, Valeria Cruz Medel.

UCCISA PER ERRORE DA UN GRUPPO ARMATO
La giovane è stata uccisa a Ciudad Mendoza, nello stato di Veracruz da un gruppo armato che ha fatto irruzione nella sua scuola. Il governatore dello stato, Miguel Angel Yunes, ha spiegato in conferenza stampa che la giovane è stata confusa con un'altra donna legata ad un gruppo armato e molto simile a lei fisicamente. Il governatore ha annunciato che due uomini sono stati arrestati in relazione al crimine, grazie ai quali è stato possibile identificare l'autore materiale del delitto, conosciuto con il nome di "El Richy". L'uomo è stato trovato morto a bordo del veicolo sul quale è fuggito dopo avere commesso l'omicidio.

LE URLA DISPERATE DURANTE I LAVORI DELL'AULA
La madre ha appreso la notizia mentre era impegnata in aula. Le sue urla disperate hanno interrotto i lavori davanti alle telecamere. "Non possiamo lasciar passare questo momento senza sottolineare il grave stato in cui versa il paese, la vulnerabilità delle famiglie e soprattutto l'impunità", ha detto Porfirio Muñoz Ledo, presidente della Camera dei Deputati, annunciando l'interruzione dell'attività parlamentare fino al 13 novembre.

ATTESO IL PIANO SICUREZZA
Il 14 novembre il presidente Obrador dovrebbe presentare il suo piano per la sicurezza, in un paese che da gennaio è stato insanguinato da oltre 22.000 omicidi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome