Mauricio Macri, attuale presidente

Il Senato argentino ha approvato la Legge di bilancio 2019, presentata dal governo del presidente Mauricio Macri. Il documento prevede severe misure di austerity concordate con il Fondo Monetario Internazionale e ha ottenuto il definitivo via libera dopo la prima approvazione della Camera.

I senatori argentini sono espressi a favore del provvedimento a maggioranza, con 45 voti favorevoli, 24 contrari e una astensione. A sostegno di Macri è accorso il settore peronista, non legato all'ex presidente Cristina Fernandez de Kirchner.

Obiettivo della legge di bilancio è il deficit zero dei conti pubblici, attraverso una serie di importanti tagli alle spese e un aumento della pressione fiscale. Il tutto per cercare di onorare la firma apposta sul nuovo accordo "stand by" raggiunto con FMI, per complessivi 56,3 miliardi di dollari fino al 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome