Anche la Cassazione conferma: lo scudetto 2005-06 è dell'Inter. La Suprema Corte ha respinto il ricorso della Juventus avverso la decisione della Corte d'Appello di Roma che nel 2016 aveva dato il titolo ai nerazzurri in seguito allo scandalo di Calciopoli.

Il campionato 2005-06 era stato vinto sul campo dai bianconeri, poi retrocessi in serie B al termine della stagione per illecito sportivo. A parere degli Ermellini, per tutte le questioni riguardanti "la regolarità delle competizioni e l'applicazione di disposizioni statutarie e regolamentari sul corretto svolgimento delle attività agonistiche" è da confermare in pieno l'esclusiva competenza dell'ordinamento sportivo.

La Juventus aveva chiesto di lasciare non assegnato quello scudetto finito nella bacheca dell'Inter, terza classificata sul campo a fine torneo, e di affidare la decisione al collegio di garanzia per lo sport, al Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport o all'Alta Corte di giustizia sportiva.

Niente da fare. Secondo quanto deciso dalle Sezioni unite civili della Cassazione con sentenza numero 32358 dello scorso 25 settembre, ma pubblicata oggi, non emergono necessità di nuovi scrutini al riguardo, neppure alla luce del diritto comunitario.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome