La nave Open Arms nelle acque di Lampedusa, ma resta il divieto di sbarco. Tredici migranti evacuati per motivi medici. E' scontro tra Conte e Salvini (foto di repertorio).

Per i migranti in viaggio tra le acque del Mediterraneo è sempre emergenza, anche a Natale. C'è apprensione per le sorti della nave spagnola Open Arms, dopo che le autorità di Malta hanno negato l'autorizzazione allo sbarco chiesta da una Ong iberica.

A bordo della nave, per i volontari dell'associazione umanitaria, circa 300 migranti. Solo a due di loro è stato concesso di sbarcare sull'arcipelago, una donna e il suo bambino neonato. Per tutti gli altri, permesso negato. Anche dall'Italia.

"La nave Open Arms, di Ong spagnola con bandiera spagnola, ha raccolto 200 immigrati e ha chiesto un porto italiano per farli sbarcare, dopo che Malta (dopo aver fatto giustamente sbarcare una donna e un bambino) ha detto di no", scrive Salvini su Twitter. "La mia risposta è chiara: i porti italiani sono chiusi! Per i trafficanti di esseri umani e per chi li aiuta, la pacchia è finita". Per gli esseri umani a bordo, invece, è iniziata l'odissea.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome