Ignorato il divieto di utilizzare botti e petardi, provvedimento adottato da numerose città italiane. Anche il 2019 si è aperto con la conta dei feriti, molti dei quali proprio in seguito allo scoppio dei fuochi pirotecnici.

Nel Beneventano è grave una donna, colpita al petto da un razzo durante i festeggiamenti di Capodanno. Operata nella notte, è in pericolo di vita: ha riportato gravi danni polmonari.

Tre persone hanno perso una mano. Il caso più grave si è registrato nel Milanese, dove a un giovane di 23 anni è esploso un petardo tra le mani: ha perso la destra e anche la sinistra ha riportato seri danni. Inoltre ferite al viso e alla testa.

Anche nel Torinese un 19enne ha perso una mano per l‘esplosione di un petardo.

Il numero più alto di feriti si è registrato a Napoli: sono 37. A un dodicenne è stato amputato il dito della mano destra.

Nel Lazio il maggior numero di interventi dei vigili del fuoco: 171 (658 in tutta Italia).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome