Nicolas Maduro

La rielezione di Nicolas Maduro è illegittima e, come tale, non è stata riconosciuta dall'Osa. L'Organizzazione degli Stati Americani ha approvato a maggioranza una risoluzione con la quale si sconfessano i risultati delle ultime elezioni presidenziali in Venezuela dello scorso maggio.

L'approvazione è avvenuta nel corso di una sessione straordinaria del Consiglio permanente dell'Organizzazione, che si è tenuta proprio in concomitanza con l'investitura ufficiale di Maduro a Caracas. La risoluzione per la non legittimità della consultazione elettorale ha ottenuto 19 voti a favore, 6 contrari, mentre 8 paesi si sono astenuti e uno non ha partecipato al consiglio.

A guidare il fronte dei contrari Argentina, Stati Uniti, Colombia, Cile, Brasile, Canada ed Ecuador. A sostegno del governo di Maduro, oltre al Venezuela, le delegazioni di Nicaragua, Bolivia e di alcuni paesi caraibici. Astenuto, tra gli altri, il Messico. Nella risoluzione Osa si invoca l'indizione di nuove elezioni con le garanzie di libertà, uguaglianza e trasparenza proprie di un paese democratico.

Oltre a chiedere l'apertura di un cordone umanitario per l'ingresso nel paese di aiuti e sostegno alla popolazione stremata da una gravissima crisi economica, nel documento Osa si fa riferimento - inoltre - alla possibilità di "adottare, in conformità del diritto internazionale, le misure opportune per contribuire al rapido ripristino dell'ordine democratico del Venezuela".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome