Dall’Unione Europea un ultimatum a Nicolas Maduro: se non convocherà immediatamente nuove elezioni in Venezuela, sarà riconosciuto l'oppositore Juan Guaidò come "presidente ad interim".

Sembra che Bruxelles, su proposta del premier spagnolo Pedro Sanchez, stia preparando una dichiarazione comune che comprende la volontà di diversi Paesi membri, tra cui la Germania.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome