Nei giorni che hanno preceduto la giornata della Memoria, opinionisti e storici si sono chiesti l'origine del male che per duemila anni ha attanagliato il popolo ebraico.

La pressoché totalità degli storici ravvisa l'origine dell'infinita serie di tragici eventi, nell'antisemitismo cristiano, nella follia di Hitler o più genericamente alle fortuite sventure della storia.

Solo rarissimi studiosi si sono azzardati, non con poche criticità, ad affrontare la questione nell'ottica delle Sacre Scritture.

Come narrano i vangeli, la moglie di Ponzio Pilato, ricevette in sogno il "suggerimento" di non condannare Gesù.

Il governatore romano prese alla lettera l'esortazione onirica ricevuta dalla moglie.

Per dimostrare la riluttanza ad assumersi la responsabilità di versare il sangue di Cristo, dapprima lo difese asserendo che "Ecco, io ve lo conduco fuori, perché sappiate che non trovo in lui nessuna colpa“ (Giovanni 19, 4), poi quando realizzò che la folla persuasa dai capi dei sacerdoti lo voleva morto a tutti i costi, sentenziò un laconico "Non sono responsabile di questo sangue, vedetevela voi!" (Mt 27, 24).

Enigmaticamente e senza apparente senso, al lavaggio di mani di Pilato il popolo rispose "Il suo sangue ricada sopra di noi e sopra i nostri figli" (Mt 27,25b).

La pressoché totalità di esegeti, non ha saputo esplicare l'arcano sibillino. Mentre, secondo l’interpretazione di alcuni classici dell’esegesi neotestamentaria ebraica tra cui l'americano Samuel Sandmel, tale formula di automaledizione, avrebbe "causato lo scorrere di un oceano di sangue umano, e un’inarrestabile corrente di miserie e di desolazione".

Sarà un caso (o meno), ma di lì a pochi anni dall'enigmatica "auto profezia", sul popolo eletto piombarono addosso sciagure di ogni sorta.

Impossibile sintetizzare in poche righe la lunghissima serie di eventi.

Alcune date significative:

Anno 70. Gerusalemme: 1.100.00 ebrei massacrati dai romani e distruzione del tempio;

Anno 749. Galilea: terremoto con un milione di morti;

Anno 1905. Russia: rivoluzione e pogrom con decine di migliaia di ebrei uccisi.

Anni 1938–1945: Olocausto con lo sterminio di 6 milioni di ebrei in Europa; Anno 2018: 460 missili lanciati da Hamas sulla striscia di Gaza ed infine la sistematica minaccia dell'Iran di cancellare Israele dalle cartine geografiche. Poi si dice che le parole non hanno peso.

Gianni Toffali

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome