Trapani, arrestati due gioiellieri per riciclaggio

I finanzieri e i carabinieri di Trapani, nell'ambito di un'operazione congiunta, hanno arrestato, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari dal Gip di Marsala, i gioiellieri Tommaso Geraci, 64, e il figlio Antonino, 36 anni, indagati per riciclaggio e impiego di denaro, beni e utilità di provenienza illecita oltre che per false fatturazioni con conseguente evasione d'imposta.

SEQUESTRATI ANCHE I BENI
Ai due indagati, che sono di Castelvetrano (Tp), sono stati sequestrati anche beni per un valore di 1,7 milioni di euro. Le indagini di militari e fiamme gialle, coordinati dalla Procura di Marsala - dice una nota degli investigatori - hanno permesso di svelare l'esistenza di una diffusa e penetrante attività illecita, volta al riciclaggio e al reimpiego di notevoli quantità di oro di provenienza illecita. Sono indagate anche altre 13 persone.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome