Partecipazione record quest’anno a Berlino per l’Italia alla prima fiera al mondo dell’ortofrutta Fruit Logistica, con 3.226 espositori ed oltre 78.000 visitatori professionali da 130 Paesi. Come ha ricordato l’ambasciatore Luigi Mattiolo accogliendo i partecipanti nella sede della rappresentanza diplomatica, con 527 aziende l’Italia, anche quest’anno, è stato il primo Paese espositore.

La Fiera ha mostrato, dal 6 all’8 febbraio, tutte le novità nel settore commerciale del fresco. Non solo quindi i prodotti ortofrutticoli, ma anche sistemi tecnici e digitali, impianti per l’imballaggio, il confezionamento e il riciclo, sistemi di trasporto, di logistica, di tracciabilità.

Una partecipazione, quella italiana, che si è articolata in più aree all’interno della Fiera. Cinquanta aziende sono state ospitate nella ‘Piazza Italia’, il padiglione italiano di 1.200 metri quadrati, il cui allestimento è stato coordinato da Agenzia ICE e da CSO, una società cooperativa che rappresenta il 14% dell’Ortofrutta italiana.

Al tradizionale padiglione italiano, inaugurato dal Sottosegretario per le Politiche agricole Alessandra Pesce, si è affiancato quest’anno il Fruit Village, promosso da un consorzio di operatori del mezzogiorno, oltre agli stand di diverse regioni ed enti del nostro Paese. Nei tre giorni di fiera è stato inoltre proposto il programma “Taste the Italian way of life”, coordinato dall’Agenzia ICE, che abbina prodotti dell’ortofrutta ad un menù degustazione di specialità tipiche.

E’ stata poi un’azienda italiana a vincere per la prima volta il primo premio del Fruit Logistica Innovation Award, con una nuova varietà di kiwi. La Jingold ha presentato il Kiwi a polpa rossa Oriental Red, di origine cinese, che oltre alle sue peculiari caratteristiche organolettiche e al suo retrogusto esotico tropicale, si distingue per la durata di conservazione.

Tra i dieci finalisti per il premio c’erano altre tre aziende italiane, oltre la Jingold. La CTI Food Tech ha presentato Avocado Pitter 300-AVC, un macchinario in grado di rimuovere il seme dell’avocado, mentre Roter Italia aveva in gara Modula, una macchina per la semina elettronica che si adatta a varie coltivazioni e Hortech Italia Slide Valeriana Eco, una raccoglitrice elettrica che ottimizza il trasporto della valeriana.

Inoltre, la Fiera ha consentito quest’anno a 20 start up, nell’ultima giornata, di presentare le loro soluzioni digitali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome