Il centro e il sud dell'Italia nella morsa del vento. Sin dalle prime ore del mattino raffiche fortissime si sono abbattute su tutto il meridione, provocando ingenti danni. Cartelloni pubblicitari divelti, piante e pezzi di cornicione staccati dai balconi, alberi caduti: queste le conseguenze più evidenti provocate dal vento.

Incredibile la dinamica di un incidente verificatosi tra due navi nel porto di Ischia. La motonave Don Peppino della Gestur, in difficoltà nell'attracco proprio a causa del maltempo, ha impattato contro la prua della motonave Benito Buono, della Medmar. Nessun ferito, ma tanto spavento.

Problemi anche per un mercantile turno arenatosi sul litorale sud di Bari, dove è stato spinto dalle avverse condizioni marine. Un rimorchiatore intervenuto per prestare soccorso si è arenato a sua volta.

TRE MORTI NEL LAZIO.

Ad Alvito, nei pressi di Frosinone, due persone sono morte a causa del crollo di un muro, provocato forse proprio dal maltempo. A Guidonia nel Frusinate un uomo di 45 anni è stato schiacciato nella sua auto dalla caduto di un albero. La quarta vittima è un ragazzino di 14 anni, travolto dal padre piovutogli addosso mentre riparava la tettoia. Chiuso il Colosseo a Roma. A Napoli, madre e figlio, sono stati feriti da un albero caduto sull'auto in cui viaggiavano. In Umbria, alcuni alberi sono caduti sulla E45. In Abruzzo, una bufera di neve e vento ha scoperchiato alcuni tetti nella stazione sciistica di Campo Felice

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome