Fa scalpore in Australia il caso giudiziario che riguarda il cardinale Pell. L'udienza di condanna dell'alto prelato è in programma domani e l'arcivescovo è stato giudicato colpevole di abusi su ragazzi di 13 anni.

Si attende con impazienza la quantificazione della condanna: per i reati di pedofilia la legislazione australiana è particolarmente severa, il cardinale Pell rischia fino a 50 anni di carcere.

Pell, che è consigliere finanziario di papa Francesco e ministro vaticano dell'Economia, continua a professarsi innocente. Non è un bel momento, comunque, per tutta la chiesa cattolica del Nuovissimo Continente: anche l'arcivescovo Coleridge, infatti, è indagato per copertura in un altro caso di pedofilia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome