Bruxelles capitale dell’Europa e ora grazie ad un gruppo di validi musicisti italiani anche capitale del jazz. Almeno, questo è il desiderio di Angelo Gregorio, talentuoso musicista tutto tricolore che insieme ad altri colleghi si è inventato questa manifestazione. Proprio a Bruxelles. Prima nel suo genere, promette bene, molto bene.

Angelo Gregorio, jazzista e insegnante di musica, ha chiesto all’Istituto Italiano di Cultura di dare vita ad una manifestazione intesa a mettere in luce il ricco e variegato patrimonio di esperienze professionali di musicisti italiani a Bruxelles. E cosi è nata la prima edizione dell’Italian Jazz Festival Connection Lab una nuova iniziativa che ambisce a divenire un appuntamento stabile nel ricco panorama della vita musicale della capitale europea. Una straordinaria occasione di incontro e di confronto fra artisti che coniugano il loro bagaglio culturale d’origine con i vivaci fermenti di un contesto internazionale, in cui convivono e dialogano fra loro le voci più diverse.

L’Italian Jazz Festival, infatti, vuole proporsi come vetrina di riferimento della musica jazz italiana a Bruxelles e in Belgio e da qui, sfruttando la centralità della capitale europea, aprirsi a tutta l’Europa per la diffusione del jazz Made in Italy. La comunità italiana di Bruxelles è una delle più numerose della città: oltre 50.000 connazionali. Fra questi, naturalmente, molti musicisti e, in particolare, molti cultori e appassionati di jazz.

Ecco quindi come è nata l'dea che, potrebbe davvero diventare un appuntamento annuale anche su larga scala. La capitale europea infatti, pur essendo relativamente piccola se messa a confronto con le altre città del vecchio continente, possiede un fortissimo fermento culturale e musicale. E dunque, ne siamo sicuri, può accogliere molto bene quest'ídea e sicuramente rilanciarla su larga scala.

Intanto si parte il prossimo 22 e 23 marzo per una due giorni tutta di musica. L’Ístituto Italiano di Cultura di Bruxelles che sponsorizza e patrocina la manifestazione ha gia pronto tutto per lévento. La prima edizione avrà per tema "i compositori italiani". Ogni gruppo presenterà un brano di un compositore italiano, a sua scelta, interpretandolo liberamente secondo la propria vena artistica.

Ma ecco il programma dettagliato:

GIORNO 1

22/03 @ 19:30 Flavio Spampinato con Nascente di Flavio Spampinato voce e composizioni, Daniele Cappucci contrabbasso, Helene Duret per clarinetto, Piergiorgio Pirro pianoforte.

22/03 @ 20:30 Filippo Bianchini 4tet con Vincent Bruyninckx al piano, Jean-Louis Rassinfosse al contrabbasso e Armando Luongo alla batteria.

GIORNO 2

23/03 @ 19:30 Carla Piombino Music 4tet con Julien Gillain al piano, Lucas Vanderputten alla batteria e Fil Caporali al contrabbasso. 23/03

@ 20:30 Via Toledo Jazz Quartet ft. Eric Legnini al pianoforte, Angelo Gregorio al sassofono e composizioni, Paolo Loveri alla chitarra, Bruno Castellucci alla batteria, Fil Caporali al doubebass.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome