Il ministro della Sanità tunisino, Abderraouf Cherif, si è dimesso a seguito dello scandalo scoppiato ieri in Tunisia per la morte di undici neonati avvenuta nell'ospedale Rabta della capitale mentre si trovavano nel reparto di ostetricia. L'agenzia di stampa tunisina "Tap", riferisce che secondo i primi accertamenti i neonati sarebbero morti per un'infezione. L'associazione dei pediatri tunisini ha riferito in una nota che "i primi elementi dell'inchiesta in corso" indicano la causa in "un'infezione provocata da un prodotto per l'alimentazione somministrato per via endovenosa". Si chiede quindi alle autorità di "fare luce" sulla situazione ricordando le "condizioni precarie in cui operano gli operatori sanitari". Il ministero della Sanità ha assicurato che "sono state adottate misure preventive e trattamenti per evitare altre vittime e per garantire lo stato di salute di altri bambini nel reparto maternità".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome