Si allarga il numero dei paradisi fiscali, almeno quelli ufficialmente definiti come tali dall'Ecofin. La lista nera ora ha dieci paesi in più, dopo la revisione e l'ampliamento della precedente da parte dell'organismo economico internazionale.

Insieme alle cinque realtà 'storiche' già presenti, vale a dire Samoa, Samoa Americane, Guam, Trinidad e Tobago e Isole Vergini, della black list ora fanno parte anche Aruba, Barbados, Belize, Bermuda, Dominica, Fiji, Isole Marshall, Oman, Emirati Arabi e Vanuatu.

L'inserimento nella lista di tutti questi paesi è dovuto al fatto che le rispettive giurisdizioni non hanno attuato gli impegni annunciati entro la scadenza data dall'Unione Europea. Presto, però, la lista potrebbe allargarsi, visto che altri 34 paesi sono tenuti costantemente sotto osservazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome