Fumata bianca nell'incontro tra il governo dell'Uruguay e Mvotma, il sindacato dei lavoratori del ministero dell'Ambiente: via libera ai permessi ambientali per la costruzione della ferrovia centrale dell'Uruguay.

Ad annunciarlo il ministro del Lavoro Ernesto Murro in un'intervista al quotidiano "La Repubblica" in cui si apre ufficialmente il percorso alla costruzione dell'importante infrastruttura destinata al trasporto merci, un progetto da 800 milioni di dollari.

Nei giorni scorsi la partenza dei lavori era stata messa in forse dalle proteste del sindacato. L'opera, 273 km in tutto, è destinata a servire una mega fabbrica di cellulosa nel centro del paese affidata alla società finlandese Upm.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome