Il Consolato generale d'Italia in Argentina, insieme all'associazione ebraica B'nai B'rith, ha organizzato a Bahia Blanca una mostra fotografica su Gino Bartali "Giusto tra le Nazioni, campione di ciclismo e di umanità". L'esposizione, allestita nello storico edificio della 'Bolsa de Comercio di Bahia Blanca', si inserisce nel quadro delle iniziative della Presidenza italiana dell'IHRA (International Holocaust Remembrance Alliance), organismo intergovernativo che coordina e stimola l’impegno dei Paesi membri per la tutela e la trasmissione della memoria della Shoah.

Inaugurando la mostra il Console generale, Antonio Petrarulo, ha espresso soddisfazione per il grande interesse dei giovani all'evento e ha ricordato l'impegno dell'Italia per la tutela e la trasmissione della memoria della Shoah. Da parte sua, il presidente della Bolsa de Comercio, Carlos Arecco, ha ricordato i successi sportivi ed umani di Bartali, ripercorrendo le tappe fondamentali della vita del campione, mentre Raul Woscoff, rappresentante della filiale bahiense della B'nai B'rith, ha illustrato la condizione degli ebrei in Italia a seguito dell'adozione delle leggi razziali ponendo in evidenza come vi sia stata una reazione profonda da parte della società italiana, grazie anche al ruolo della Chiesa Cattolica, che ha permesso di salvare migliaia di vite, segnalando come la storia di Gino Bartali ne sia una chiara dimostrazione.

La mostra, che resterà aperta fino al 17 aprile, sarà visitata dagli studenti delle scuole locali grazie ad un programma messo a punto dal Consolato d'Italia. Poi l'esposizione sarà accolta  nella scuola 'Normal' di Bahia Blanca per un'intera giornata, nel corso della quale il Console Petrarulo terrà  un incontro con gli studenti. In seguito, la mostra sarà inviata a San Carlos de Bariloche presso la Scuola Italiana Dante Alighieri. Proseguiranno poi altre tappe all'interno della circoscrizione consolare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome