"Le generazioni degli emigranti campani tra ricerca delle origini e sviluppo locale": è il progetto di ricerca promosso dal Centro Studi Colombo–Centro Internazionale di studi e ricerca sul fenomeno dell’emigrazione campana in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione dell’Università degli Studi di Salerno.

Il progetto ha come oggetto di studio il fenomeno dell’emigrazione campana nell’area geografica compresa tra Pompei, Amalfi e Paestum, territori questi, dalla fine dell’800, fortemente interessati da flussi migratori. "Tanti – spiegano dal Centro Studi Colombo – sono i campani che vivono all’estero interessati a visitare, non solo i luoghi da cui sono partiti i loro ascendenti, ma anche quelli vicini, che, il più delle volte costituiscono delle vere e proprie meraviglie naturali.

Il progetto di ricerca "Le generazioni degli emigranti campani tra ricerca delle origini e sviluppo locale", che vede coinvolti tre dottori di ricerca, è legato all’esperienza, e all’opportunità, di offrire ai tanti campani residenti, per piacere o per necessità, all’estero, un punto di riferimento rispetto a notizie e informazioni relative ai loro familiari, a ricerche genealogiche, ed anche ad indicazioni sui luoghi da cui partirono i loro progenitori. L’iniziativa prova a ricostruire ponti tra la nostra terra ed i tanti che, vivendo lontano, la pensano con nostalgia".

Il Centro Studi Colombo, che ha lanciato ufficialmente il progetto in marzo a Pompei, invita a partecipare a tale sperimentazione, richiedendo gratuitamente sia notizie di carattere genealogico sia informazioni relative a percorsi turistici, religiosi, enogastronomici attraverso la scoperta delle proprie origini (Per informazioni e contatti: centrostudicolombo.it).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome