(foto Depositphotos)

La seconda edizione di Fare cinema arriva questa settimana a Brasilia con una rassegna di film, conferenze e incontri che si allargheranno poi ad altre città come Goiania, Nova Veneza, Manaus e Belem.

La promozione del cinema italiano parte con una conferenza ospitata nell’Ambasciata d’Italia dal titolo  "Cinema italiano oggi: dialogo con la sua storia", a cura del regista e cineasta Sergio Moriconi, già direttore del Cine Brasilia, il più importante della capitale brasiliana.

Da oggi al 26 maggio proprio il Cine Brasilia ospiterà una selezione di film recenti in lingua originale (tutti sottotitolati in portoghese), che accompagnerà lo spettatore attraverso i generi e i temi più vari. Si va da “Quo vado?” di Gennaro Nunziante a “Veloce come il vento” di Matteo Rovere, da “Fiore” di Claudio Giovannesi alla “La pazza gioia” di Paolo Virzi e “Fai bei sogni” di Marco Bellocchio.

Nella giornata di oggi conferenza con la professoressa Di Vittori dal titolo “Breve storia dell’italiano nel cinema” e la presentazione del glossario di “Italiano cinematografico” bilingue (italiano-portoghese), realizzato nel 2017 in occasione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo dagli studenti dei corsi di italiano, e già pubblicato sul Portale della Lingua Italiana.

La chiusura sarà affidata il 28 maggio a “La Mafia uccide solo d’estate” di Pif, seguito da un dibattito sui temi affrontati dal regista.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome