Nel 1999 nasceva, su idea dell’allora recentemente formato "Gruppo Legami", Spazio Italia, un mezzo di comunicazione prima cartaceo, ma, quasi simultaneamente, radiofonico e sul web. 20 anni fa, le reti stavano nascendo e, come ci racconta la sua fondatrice, la Dr.essa Laura Vera: "...allora non era facile, le reti stavano cominciando ad esistere, ma eravamo molto giovani e con il Gruppo Legami stavamo transitando un percorso di grande effervescenza giovanile nella nostra comunità."

E meno male, aggiungo, se no, oggi, non ci sarebbero questi eredi come Laura Vera o Francesco Barone, che occupano ruoli importanti nella nostra collettività. "Per creare Spazio Italia – ci racconta Laura Vera – ci è voluto più di un anno. Il Gruppo Legami che avevamo formato un anno prima, era in piena effervescenza: molti giovani con voglia di italianità cercavamo di farci strada e per le elezioni del COMITES di allora, creammo una lista ed entrai nel Comitato. Subito dopo il nostro gruppo decise di fare comunicazione, comunicazione del volontariato per far sentire la voce di tanti italiani. Noi non siamo professionisti, siamo dei volontari che cerchiamo di offrire uno Spazio, per questo il nostro nome, per tutti coloro che non hanno voce e vogliono partecipare nella comunità italiana. Così abbiamo iniziato 20 anni fa e questo continua ad essere il nostro spirito."

Erano giovani figli o nipoti di italiani con molta voglia di lavorare, quindi decisero di fondare un periodico con il nome di Spazio Italia e simultaneamente, un programma radiofonico ed un sito web. "La prima emissione di Spazio Italia Radio fu nell’ottobre dello stesso 1999, nella "Emisora del Sodre" per via di un’amicizia con una delle nostre fondatrici Quagliatta. Poi, dal 2006, riuscimmo ad ottenere uno spazio in Radio Sarandì. Quello fu il grande salto di qualità, perchè Sarandì è una delle Radio più importanti del paese ed è l’emblema del giornalismo radiofonico."

Il Direttore dei Programmi di Radio Sarandì, presente alla festa di Spazio Italia, si chiama Sergio Silvestri, di padre calabrese ed in un breve discorso alla Casa degli Italiani, ha detto che la Direzione della Radio è stata sempre estremamente esigente dal punto di vista giornalistico e subito ha dato l’OK a questi giovani volontari italiani. Francesco Barone, uno dei fondatori di Spazio, ha ricevuto alla Casa degli Italiani un’onorificenza molto particolare, la Stella al Merito del Lavoro. Nulla di più meritato per un uomo ancora giovane, attuale Presidente di Casa d’Italia che ha occupato vari ruoli strategici nella nostra comunità.

"Per me questa onorificenza è da condividere con tutti i miei compagni di lavoro di Spazio Italia. È vero che amo l’Italia, la mia collettività, le mie radici, i paesi dove son nati i miei genitori, ma è anche vero che questo riconoscimento, non sarebbe mai stato consegnato se non ci fossero stati i miei amici e compagni, volontari della comunità. Non abbiamo mai guadagnato una lira, anzi, molte volte abbiamo investito di tasca nostra, ma siamo molto orgogliosi di questo progetto che ha già compiuto 20 anni... Non è stato facile!".

Stefano Casini

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome