A vent’anni dalla scomparsa del cantautore genovese Fabrizio De André, l’Istituto Italiano di Cultura di Copenaghen ha deciso di omaggiare l’artista ospitando una serata di musica e poesia interamente dedicate a “Faber”, denominata “De André è vivo, viva De André!”. Ha partecipato alla serata Dori Ghezzi.

L'Ambasciatore Luigi Ferrari ha voluto ricordare come le canzoni di Faber abbiano innovato la tradizione musicale italiana, proponendo temi di grande rilievo sociale. Sul palco si  sono avvicendati numerosi artisti, che hanno messo in scena uno spettacolo caratterizzato sia da momenti musicali, con numerose reinterpretazioni dei brani dell’artista, sia poetici e teatrali, con la letture di Pablo Paolo Peretti dedicate a De André. Lo spettacolo si è poi concluso con il coro sul palco condotto dalla stessa Dori Ghezzi insieme a tutto il cast degli artisti (Margherita Canu, Feinschmecker Quartet, Alessandro Garau, Pablo Paolo Peretti, Simone Grussu, Gatto Rosso, Laura Spano, Baldovino, Beniamino Solinas, Manuela Mameli e Maria Ylenia Trozzolo presentati da Emma Fenu) sulle note del brano “Il pescatore”, accompagnati dalla chitarra di Baldovino.

Insieme all'Ambasciata d’Italia a Copenaghen e all’Istituto Italiano di Cultura si è distinta nell'organizzazione dell'evento l’Associazione Culturale Sarda “Incantos” in collaborazione con il designer Claus Miller, il Ristorante italiano San Giorgio e vari enti italiani, come l’Istituto Fernando Santi e Pierpaolo Cicalò, la Fondazione Sardegna Film Commission, la Fondazione Fabrizio De André e Arnaldo Bolsi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome