Rapid+Tct 2019 è l'evento più importante dedicato alla stampa 3D e alla produzione additiva in tutto il Nord America. E per questo importantissimo evento non poteva mancare la italiana Roboze con un prodotto nuovissimo e al debutto: si chiama Xtreme che, tra le diverse, innovative caratteristiche, sotto l'aspetto dei materiali offre una maggiore versatilità. La nuova 3D Roboze One+400 Xtreme dell'azienda italiana, sarà poi anche in prova per 60 giorni presso i reseller statunitensi.

"Il mercato nordamericano - ha spiegato Alessio Lorusso Ceo&Founder della azienda - è tra i più importanti in termini di domanda per Roboze. La tecnologia che offriamo è la risposta che oggi gli industriali statunitensi cercano per potenziare la propria produttività con materiali ad alte temperature e compositi per la produzione di parti finite con le massimi precisioni. Le nostre soluzioni sono tra le più scelte dai maggiori players del settore e vogliamo offrire agli utenti finali la opportunità di essere sostenuti da partner commerciali pronti a dare il loro totale supporto con la propria esperienza e know-how".

Roboze, società giovane, ma già ai vertici del proprio settore, è una azienda innovativa di stampa 3D. Fondata a Bari, dove ha la propria sede, Roboze progetta e produce la futura generazione di soluzioni 3D FFF per applicazione di additive manifacturing. Grazie a sistemi innovativi, come il Beltless, la Roboze è in grado di produrre in 3D parti dalle elevate qualità per test funzionali estremi e l'applicazione finale dedicata al metal replacement. E la fiera di Detroit del Cobo Center, rappresenta l'evento più atteso del settore, dove si ritrovano i maggiori produttori e una clientela di respiro internazionale.

Ma soprattutto si tratta del palcoscenico più avanzato del settore, con la presentazione, come nel caso della Roboze, di tutti gli ultimi prodotti che, prima di entrare nel mercato, utilizzano Detroit proprio come trampolino di lancio. Le ultimissime novità una accanto all'altra per una platea che non accoglie solo i grandi protagonisti del mercato del Nord America, ma si allarga a tutto il mondo.

Tony Porpiglia - Caterina Pasqualigo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome