Fu inaugurato il 7 marzo 1970, a Reggio Emilia, nel cuore della città, all'interno del verde del parco pubblico, nello stesso punto dove prima c'era una palazzina liberty che una volta ospitava un cinema e un bar. Si chiamava Diana, il nome rimase, ma fu traslato a un asilo nido. Una struttura scolastica che poco più di vent'anni dopo, era il 1991, divenne famosa in tutto il mondo.

Fu il magazine statunitense Newsweek che, dopo una ampia e profondo ricerca sulle scuole d'infanzia di tutto il globo, elesse il Diana come 'l'asilo più bello del mondo', un tributo agli sforzi, alle idee, di Loris Malaguzzi. Il Diana infatti è stata la struttura che più di qualsiasi altra ha fatto diventare il 'modello reggiano' celebre in tutto il mondo e in particolare negli Stati Uniti. Il valore dei suoi servizi educativi, i principi che li hanno guidati, trasformarono al tempo, ormai sono passati 28 anni, il Diana in un 'asilo guida' per tutti gli educatori del pianeta.

Oggi, a quasi mezzo secolo dalla sua nascita, l'asilo Diana è ancora nel cuore di Reggio Emilia e poco meno di tre anni fa ha riaperto le proprie porte dopo un profondo lavoro di restauro (seguendo i suggerimenti dell'architetto giapponese Kengo Kuma) con l'aggiunta di un ampliamento della sala centrale, che Malaguzzi aveva chiamato 'piazza'.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome