On. Monica Cirinnà

Hola, soy Nylia Cerena, y hace ya años que trato de ubicar el lugar de nacimiento de mi abuelo paterno. Según sus declaraciones en la documentación que poseo era nacido en Messina, Italia. Sin otros datos. Sus padres serían Francesco Cerena y Antonina Petitto. Buscando en varios registros italianos no encontré a ningún Cerena, pero sí a muchos Cirinà, que de acuerdo a comentarios de mi padre sería el apellido original, pero ninguno de ellos encaja con Antonina Petitto. Llegando a este punto no sé como avanzar para llegar a mis raíces familiares. Saludos cordiales, agradeciendo desde ya cualquier información y/o sugerencia al respecto.

Cara Nylia, ha ragione, il cognome Cerena non è presente in Italia, ma sicuramente è una cattiva lettura del cognome Cirina (o Cirinà) che è diffuso in Italia in 78 comuni. Vi sono 160 famiglie con il suo cognome ed in Sicilia ci sono 20 famiglie delle quali 12 nella provincia di Messina.

Nel resto d’Italia le famiglie sono in Sardegna 104, Sicilia 20, Piemonte 9, Lombardia 6, Liguria 5, Friuli Venezia Giulia 5, Toscana 3, Lazio 2, ed una in Emilia-Romagna, Marche, Calabria. Il cognome Cirina ha origine come variante del cognome Cerinà/Cerrinà, ed in subordine Girina o Gerina. Cerina corrisponde alla voce ogliastrina femminile omonima significante "recinto per animali (ovini o maiali)" di discendenza paleosarda o nuragica, e risulta descritto nel Condaghe di S. Michele di Salvenor (sec. XII-XIII) come Kerina. Nell’archivio dei passeggeri Ellis Island che sono giunti a New York dal 1882 al 1950 troviamo ben 46 persone.

Fra le leggende della famiglia ricordiamo che in Sicilia esisteva una chiarissima famiglia Cirina, la quale nobilmente derivò d’un antico barone Francese nominato Cirina, Scudiero del Conte Ruggiero, il quale ufficio era il più degno ed onorato di tutti gli altri, che allora nelle parti di Francia s’esercitava. Ne chiariscono ciò i Santi Martiri Alfio, Filadelfo e Cirina che furono parimente Guasconi, e morirono in Sicilia in Leontini, nell’Impero di Decio, e sotto il governo di Tertillo, Presidente di Sicilia nel 252 del Signore: nati in Guascogna di nobilissimo sangue.

Di maniera che agevolmente si può comprendere, che da questo cavaliere avesse preso l’origine ed il cognome insieme la famiglia Cirina. Susseguente a questo, leggiamo di Eustachio che fu Capitano di giustizia della Provincia d’Abruzzo nel reggimento del Re buon Guglielmo, e dopo di Theobaldo, Camariero del Re Carlo d’Angiò. Fra i personaggi di rilievo troviamo Monica Cirinnà (Roma, 15 febbraio 1963) che è una politica italiana, senatrice per il Partito Democratico. Ha acquisito popolarità sul piano politico e sociale grazie alla sua lotta per l’approvazione della legge 76/2016, appunto nota come "legge Cirinnà", che ha istituito le unioni civili in Italia. Fra i decorati di onorificenze della Repubblica Italiana si trova Lucino Cirina, Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia.

Lei dovrebbe cercare sul sito Antenati http://dl.antenati.san. beniculturali.it/v/Archivio+- di+Stato+di+Messina/Stato+civile+italiano/Messina/ gli atti dell’Archivio di Stato di Messina e, quindi, l’atto di nascita di Francesco.

Qualora non riesca a trovare il documento, provi a scrivere all’anagrafe di Messina chiedendo l’atto del suo antenato, ma deve avere la data di nascita o almeno una indicazione temporale da comunicare all’anagrafe.

Pier Felice degli Uberti, Presidente Istituto Araldico Genealogico Italiano

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome